28 ottobre 2008

Confini artificiali


"La mente può accettare qualsiasi confine. Ma la realtà è questa: per sua stessa natura l'esistenza non può avere confine alcuno; infatti, cosa ci sarebbe oltre quel confine? Di nuovo un altro cielo."

Osho

9 commenti:

Susanna ha detto...

Sono arrivata giusto in tempo per il nuovo post! ^_^ baci

jacktisana ha detto...

Ciaoooo Abiiii!!! sei stata un po' "oltre confine" in questo periodo? eh? Baciiii JT

mirco ha detto...

hai ragione, mi sto chiedendo perche allora la natura ci ha donato di una mente che razionalmente percepisce confini..
Forse per nascondere la vera realtà, e rendere piu eccitante la ricerca?

amabile ha detto...

Grande Osho.
Grande la citazione.
Buona serata :)

ABICETTA ha detto...

Susanna: al momento giusto.

Jack: confini sfuggenti... sarà la nebbia.

Mirco: Eccitante fin troppo! Siamo tutti drogati di confini.. Senza i confini ci siamo solo noi.... cioè .. diventa tutto noi.... Senza confini non esiste nemmeno un noi (che ci contiene).

Amabile: Buone serate!

mirco ha detto...

e perche secondo te la natura ci ha fatto sviluppare un io e un noi?

ABICETTA ha detto...

Mirco: non credo che sia un atto consapevole... come i sogni... dormiamo e sognamo senza averne controllo ... in quel momento crediamo a quella realtà onirica anche quando ci presenta le situazioni più assurde.

mirco ha detto...

Grazie della bella risposta..
Cmq intendevo che la natura non sviluppa niente per caso, quindi ci sarà un'utilità anche per l'Io e Noi.
Io penso che senza questi non saremmo potuti evolvere e fare esperienze materiali necessarie, fino ad arrivare ad un punto di sentire la necessità di trascenderli.
Baci

ABICETTA ha detto...

è un'ipotesi interessante che mette in moto tutta una serie di riflessioni che potrebbero aiutare a comprendere meglio le cose... ad aprire gli occhi.
Avere un'idea di ciò che è la 'natura' ... Sfruttare questo gioco evolutivo per diventare consapevole.