0100101110101101.org e le tattiche di comunicazione non convenzionale
























(clikka sull'immagine per ingrandire)

Questo cartello è realmente apparso sul muro di un edificio di Viterbo nel settembrebre del 2006.
Più che di uno scherzo si tratta di una voluta azione provocatoria del gruppo di 0100101110101101.org
Così vengono descritti da extrart: "Truffatori mediatici, myth-makers, estremisti e Internet-stars, info-dandies, gli 01.org si sono dedicati ossessivamente nell'ultimo decennio a quello che definiscono "azionismo mediatico", creando imprevedibili performance su grande scala al di fuori degli spazi tradizionali dell'arte."
Alla domanda se si definiscono hacker o artisti, rispondono: "Siamo artisti, ma come gli hacker impariamo le regole per poterle infrangere in modo appropriato."

Un'altra azione di questo gruppo è stata la creazione di una campagna promozionale per un film inesistente. Sempre da Extrart: "United we stand è un immaginario colossal hollywoodiano interpretato da Ewan McGregor e Penelope Cruz. Per questo lavoro è stato curato una sito nei minimi dettagli, sono state realizzate locandine e annunci pubblicitari, nonché affissioni in tutto il mondo in pieno stile Hollywood. Di conseguenza, tramite una serie di videocamere pronte a cogliere le reazione di un pubblico inconsapevole, è stata monitorata la risposta mediatica."

























"Nel 2004 gli 01.org hanno insatallato in una delle piazze storiche di Vienna, Karlsplatz, un gigantesco Nike Infobox che annunciava l'acquisto da parte del colosso multinazionale della stessa piazza che presto avrebbe cambiato il nome in Nike Platz. La città diventava così teatro di una performance iper-reale che aveva come scopo quello di produrre un'allucinazione tesa ad alterare la percezione collettiva della città stessa. La reazione di protesta dei cittadini viennesi e, l'azione legale subito decaduta da parte della Nike, non si sono fatte attendere a lungo. Nike Infobox a Karlsplatz si trovava di fronte allo storico Palazzo della "Secessione Viennese", costruito da Joseph Olbrich nel 1898. All'entrata dell'edificio è riportato a grandi lettere dorate il motto del gruppo: "Ad ogni tempo la sua arte. Ad ogni arte la sua libertà".




















Per info:
http://www.extrart.it/articolo.php?cod=3079
http://0100101110101101.org
http://www.flashartonline.it/OnWeb/0100101110101101_ORG.htm
4 commenti

Post più popolari