28 dicembre 2008

Vivere una copia senza l'originale

"Certe volte, faccio un mio esperimento mentale che funziona così: che succederebbe se tutti avessero ragione? Aristotele e Platone, Davide e Golia, Hobbes e Locke, Hitler e Gandhi, Tom e Jerry. Avrebbe senso? E poi mi viene in mente mia madre e penso che no, non tutti hanno ragione. Per parafrasare il fisico Wolfang Pauli, lei non ha nemmeno torto. Forse è a questo punto che si trova la società umana ora, all'inizio del ventunesimo secolo: non ha neanche torto. La gente del diciannovesimo secolo si sbagliava, nel complesso, ma noi stiamo facendo qualcosa di molto peggio. Viviamo in base al principio di indeterminazione e al teorema di incompiutezza,con filosofi secondo i quali il mondo è diventato un simulacro, una copia senza l'originale. Viviamo in un mondo dove nulla può essere reale; un mondo di infiniti sistemi chiusi e di particelle che potrebbero stare facendo qualsiasi cosa tu voglia. (ma probabilmente non lo fanno)"
(tratto dal libro: "Che fine ha fatto Mr.Y?" di Scarlett Thomas)

Una copia senza l'originale... e pure provvisoria aggiungerei. Con l'impressione di limiti, che manchi sempre qualcosa. Non nell'essenza, ma nel movimento, nelle percezioni, nel modo in cui si struttura il pensiero. Quello che dovrebbe essere una solida realtà, osservandola diventa qualcos'altro: interpretazione di probabilità, collegamenti, memoria e immaginazione. Potendo per un momento uscire dalla realtà, vedendola dal "di fuori" sembrerebbe impensabile poterci credere! ... eppure.

24 dicembre 2008

MERRY CHRISTMAS !!!

Auguro a tutti un Natale di sogni realizzati, musiche fiabesche, e magiche poesie...


Celtic Woman-Silent Night


Celtic Woman-Have Yourself A Merry Little Christmas



Celtic Woman-Carol Of The Bells


Celtic Woman-Let It Snow!


Celtic Woman - The Butterfly

28 novembre 2008

senza memoria


Esiste una proteina che fissa i ricordi e conserva la memoria. si chiama PKMzeta. Inibendola con appositi farmaci è possibile cancellare la memoria di un giorno fino ad eventi vecchi di diverse settimane, proprio come la memoria di un pc... fa paura pensare di perdere o di vivere senza i ricordi. Servono per giudicare, per decidere come scegliere dall'esperienza di situazioni simili già vissute. Senza memoria ogni cosa sarebbe un tuffo nel nuovo, come la prima volta... bè, non sarebbe sempre così male in fondo.

20 novembre 2008

I'm walking away...

...I'm walking away from the troubles in my life
I'm walking away oh to find a better day...

28 ottobre 2008

Confini artificiali


"La mente può accettare qualsiasi confine. Ma la realtà è questa: per sua stessa natura l'esistenza non può avere confine alcuno; infatti, cosa ci sarebbe oltre quel confine? Di nuovo un altro cielo."

Osho

05 settembre 2008

Pensieri in deposito.


















Photo from
Drome magazine

Oggetti come pensieri in soffitta.
Conditi di naftalina e polvere, indifferenti.
Stipati di ricordi lontani dallo sguardo distratto.
Come parassiti dimenticati, aspettano.

20 luglio 2008

Indeterminazione


"L'indeterminazione della posizione di una particella significa che c'è una possibilità bassa, ma non pari a zero, che una particella che si trova da un lato di una barriera apparentemente impenetrabile si trovi in realtà sull'altro lato."


"La meccanica quantistica afferma che gli elettroni non occupano un'orbita fissa intornoal nucleo. C'è invece qualche probabilità che un elettrone si trovi in una data posizione. Questo orbitale, come viene chiamato, descrive unaspecie di nube intorno al nucleo, dove moltoprobabilmente sitrova l'elettrone. L'elettrone non è una particella che sfreccia all'interno della nube. In un certo senso, per quanto appaia strano, la posizione dell'elettrone non è definita finchè non cerchiamo di misurarla. Gli elettroni di un atomo possono apparire e scomparire spontaneamente sui diversi lati del nucleo senza compiere il tragitto da una parte all'altra. Un ricercatore troverebbe qualche volta un elettrone su un lato del nucleo e qualche altra volta sul lato opposto, ma mai nel mezzo. Come ha potuto l'elettrone giungere sul lato opposto senza muoversi nello spazio?"

(Janna Levin- Come all'universo sono venute le macchie)