28 dicembre 2008

Vivere una copia senza l'originale

"Certe volte, faccio un mio esperimento mentale che funziona così: che succederebbe se tutti avessero ragione? Aristotele e Platone, Davide e Golia, Hobbes e Locke, Hitler e Gandhi, Tom e Jerry. Avrebbe senso? E poi mi viene in mente mia madre e penso che no, non tutti hanno ragione. Per parafrasare il fisico Wolfang Pauli, lei non ha nemmeno torto. Forse è a questo punto che si trova la società umana ora, all'inizio del ventunesimo secolo: non ha neanche torto. La gente del diciannovesimo secolo si sbagliava, nel complesso, ma noi stiamo facendo qualcosa di molto peggio. Viviamo in base al principio di indeterminazione e al teorema di incompiutezza,con filosofi secondo i quali il mondo è diventato un simulacro, una copia senza l'originale. Viviamo in un mondo dove nulla può essere reale; un mondo di infiniti sistemi chiusi e di particelle che potrebbero stare facendo qualsiasi cosa tu voglia. (ma probabilmente non lo fanno)"
(tratto dal libro: "Che fine ha fatto Mr.Y?" di Scarlett Thomas)

Una copia senza l'originale... e pure provvisoria aggiungerei. Con l'impressione di limiti, che manchi sempre qualcosa. Non nell'essenza, ma nel movimento, nelle percezioni, nel modo in cui si struttura il pensiero. Quello che dovrebbe essere una solida realtà, osservandola diventa qualcos'altro: interpretazione di probabilità, collegamenti, memoria e immaginazione. Potendo per un momento uscire dalla realtà, vedendola dal "di fuori" sembrerebbe impensabile poterci credere! ... eppure.

28 novembre 2008

senza memoria


Esiste una proteina che fissa i ricordi e conserva la memoria. si chiama PKMzeta. Inibendola con appositi farmaci è possibile cancellare la memoria di un giorno fino ad eventi vecchi di diverse settimane, proprio come la memoria di un pc... fa paura pensare di perdere o di vivere senza i ricordi. Servono per giudicare, per decidere come scegliere dall'esperienza di situazioni simili già vissute. Senza memoria ogni cosa sarebbe un tuffo nel nuovo, come la prima volta... bè, non sarebbe sempre così male in fondo.

20 novembre 2008

I'm walking away...

...I'm walking away from the troubles in my life
I'm walking away oh to find a better day...

28 ottobre 2008

Confini artificiali


"La mente può accettare qualsiasi confine. Ma la realtà è questa: per sua stessa natura l'esistenza non può avere confine alcuno; infatti, cosa ci sarebbe oltre quel confine? Di nuovo un altro cielo."

Osho

05 settembre 2008

Pensieri in deposito.


Photo from Drome magazine


Oggetti come pensieri in soffitta.
Conditi di naftalina e polvere, indifferenti.
Stipati di ricordi lontani dallo sguardo distratto.
Come parassiti dimenticati, aspettano.

20 luglio 2008

Indeterminazione

 "L'indeterminazione della posizione di una particella significa che c'è una possiblità bassa, ma non pari a zero, che una particella che si trova da un lato di una barriera apparentemente impenetrabile si trovi in realtà sull'altro lato."


"La meccanica quantistica afferma che gli elettroni non occupano un'orbita fissa intornoal nucleo. C'è invece qualche probabilità che un elettrone si trovi in una data posizione. Questo orbitale, come viene chiamato, descrive unaspecie di nube intorno al nucleo, dove moltoprobabilmente sitrova l'elettrone. L'elettrone non è una particella che sfreccia all'interno della nube. In un certo senso, per quanto appaia strano, la posizione dell'elettrone non è definita finchè non cerchiamo di misurarla. Gli elettroni di un atomo possono apparire e scomparire spontaneamente sui diversi lati del nucleo senza compiere il tragitto da una parte all'altra. Un ricercatore troverebbe qualche volta un elettrone su un lato del nucleo e qualche altra volta sul lato opposto, ma mai nel mezzo. Come ha potuto l'elettrone giungere sul lato opposto senza muoversi nello spazio?"

(Janna Levin- Come all'universo sono venute le macchie)

17 giugno 2008

Come sei veramente - Allevi

Oggi mi sento annegare nel sogno di questa evanescente melodia....



"Solo chi ama conosce veramente"
Giovanni Allevi

14 giugno 2008

Un aspetto di Pazza Saggezza

"...Un'altra espressione della pazza saggezza è infatti il controllo delle energie psichiche. Non si tratta di creare un'energia psichica ancora più forte, che rappresenterebbe un inasprimento delle ostilità e un aumento delle spese, come la guerra del Vietnam.
Se elaborate una contro-strategia, innescate una contro-contro-strategia che richiede un'ulteriore contro-controcontrostrategia.
Non occorre evocare una super-energia.
Per controllare l'energia psichica delle credenze primitive basta scatenare il caos. Infiltrare la confusione nel bel mezzo delle energie, confondere il modo di pensare della gente. Confondeteli, costringeteli a pensarci due volte.
E' come il momento del cambio della guardia. Quando cominciano a pensarci due volte, esplode l'energia della pazza saggezza"
Tratto da: "La pazza saggezza" di Chogyam Trungpa

24 maggio 2008

Rumori

Rumore di acqua che scorre... Stung stung stung... qualcuno stà battendo un pezzo di latta. Vocette di bimbi in lontananza. Tortorelle, uccellini, il fruscio del passaggio di auto a motore e... incessante il ronzio sordo del frigorifero.
Qualcuno dice qualcosa. Una donna risponde. Qualche borbottio poi un cane.

Oggi voglio stare bene, essere contenta. Tutti lo vogliono. C'è un modo sbagliato che va molto di moda: subordinare, condizionare tutto.
Ma l'elettricità che scorre, il motore che si consuma, la pelle che cade a pezzi e qualsiasi altra cosa... mi riflettono la vanità di tale pretesa.

15 maggio 2008

un mondo appresso



















A volte guardando il cielo si accende l'immaginazione e penso che magari il pianeta in cui alloggio è un microscopico corpuscolo facente parte di qualche gigantesca creatura.... In effetti... ci sono miliardi di creature che vivono in ogni corpo. Contemporaneamente il corpo serve me e queste enormi quantità di creature. Ma non le vedo e non le considero... sicuramente neanche loro sanno che la loro calda casetta fa parte del corpo di una creatura più grande. Forse la maggior parte non è nemmeno cosciente di esistere... chissà.

Mi sono accorta che ci sono tante cose di cui accorgersi... ma fatico ad accorgermene. Preferendo spesso immaginare.

22 aprile 2008

Insegnamenti di Trehor Lama a Brescia


Venerdì 25: "La natura di Buddha" dalle ore 15 alle 19
Sabato 26:
"La pratica dei 35 Buddha" dalle ore 15 alle 19
Domenica 27: " L'Allenamento della Mente- introduzione" dalle ore 15 alle 19

Lama Trehor è nato in Tibet nella regione di Kham dove ha compiuto i suoi studi. E' andato poi in Nepal e quindi in India dove ha completato il ritiro tradizionale di tre anni sotto la guida del Venerabile Kalu Rinpoce. E' stato poi nominato professore al monastero di S.S. Gyalwa Karmapa a Rumtek e inoltre ha insegnato in tutta l'Asia del sud-est. Da agosto del 2005 è il Direttore spirituale dell'Istituto Karmapa di Valderoure in Francia ed è responsabile del Centro Bodhipath in Germania.


Clikka QUI per tutte le info sull'evento.

16 aprile 2008

Bodhi Path di Brescia


















E' finalmente on line il restyling del sito del Centro buddhista Bodhi Path di Brescia.
Il primo Bodhi Path in Italia. Con il programma delle iniziative e degli insegnamenti sempre aggiornato. Spero che possa essere utile a chi cerca info inerenti.
Lo trovate all'indirizzo: www.centrobuddhista.it

10 aprile 2008

Credere al mondo..


















“...Gli uomini credono al mondo molto più che a noi..
E per potergli credere sempre di più si sono creati un
immagine di ogni cosa. Con le immagini pensano di
liberarsi di ogni loro angoscia. Pensano di aver realizzato
le loro speranze, appagato i loro piaceri, placato i loro desideri.”

Wim Wenders in "Così lontano, così vicino"

29 marzo 2008

Tempo di magie

ED ECCO A VOI, SIORI E SIORE...
IL MAGO DAVID CHESTERFIELD!!!!

12 marzo 2008

E' nato buddhismoitalia !!!























Non so se anche a voi capita... Quando ci sono impressioni che non s'inquadrano con il resto. Ponti mentali che sembrano come sospesi. Segni come orme, lasciate chissà quando, che non possono essere viste da qui. Cioè dal punto in cui siamo... o meglio: nel punto in cui ci stiamo immaginando di essere.

Ad ogni modo sappiate che è appena nato un forum sul buddhismo in Italia per opera del mio prezioso amico Auspicious Merit che significa appunto "merito auspicioso". Penso che un luogo d'incontro e confronto possa sempre essere utile e per usare le parole di Marco(Auspicious Merit): "Spero che questo Forum possa unire praticanti di differenti tradizioni e aiutare a diffondere il Dharma del Buddha nella nostra bella penisola!"

http://buddhismoitalia.forumcommunity.net/



02 marzo 2008

Yes we can.

Al di là del consiglio elettorale, ciò che esprime questa canzone è bellissimo. Se non l'avete ancora sentita qui c'è la versione con i sottotitoli in italiano.

29 febbraio 2008

Lama Giang Ciub Sondup


Ieri sera ho avuto l'onore d'incontrare Lama Ciang Ciub. Umile e discreto, ma anche forte e determinato. Generoso di preziosi gioielli per la mente e per lo spirito. Vedere con i propri occhi persone che incarnano lo spirito di un'ideale cui si aspira, non lascia mai indifferenti.

"Lama Giang Ciub Sondup è un Lama laico nato nella provincia del Kham, nel Tibet orientale, 81 anni fa. All’interno di un monastero egli studiò per 27 anni gli antichi precetti della tradizione Kagyu, con parecchi dei maestri più importanti del tempo.
In seguito all’invasione cinese fu costretto a lasciare il Tibet e a rifugiarsi in India come profugo, al seguito del Dalai Lama.
Nel 1982 si trasferì in Italia dietro preghiera del suo maestro Kalu Rinpoche, che gli conferì l’onere della direzione spirituale del Centro Milarepa, prima a Pinerolo e successivamente a Valdellatorre e ad Avigliana.

Egli è l’erede di una tradizione molto antica: la Scuola Kagyupa. Gli
insegnamenti di tale lignaggio discendono in linea diretta e ininterrotta dai saggi indiani Tilopa e Naropa, e dai maestri tibetani Marpa, Milarepa e Gampopa. La sua umile saggezza e la sua profonda conoscenza degli Insegnamenti, lo hanno reso un’autorità religiosa di grande prestigio e una guida preziosa la cui esperienza e
conoscenza è riconosciuta non solo da persone che provengono da tutta l’Italia ma anche da molte regioni dell’Europa."

(http://www.centrobuddhista.it)

27 febbraio 2008

Cos'è il buddhismo?
























In un'intervista del 2003, il Karmapa disse:
"Il Buddhismo non è una religione o una filosofia. Quello che rende il Buddhismo così speciale e lo diff
erenzia dalle altre religioni, sta nel fatto che è un metodo che ci permette di entrare in connessione con la nostra vera essenza. Basandoci sui metodi buddhisti, possiamo realizzare la natura di ogni cosa.

Si potrebbe usare l'espressione "realizzare la natura della mente", in quanto la mente crea questo mondo samsarico. Per questa ragione, la mente è così importante; ma, d'altronde, si può semplicemente dire "la natura di tutto". Qualunque cosa vediamo, qualunque cosa sentiamo, qualunque cosa creiamo, il Buddhismo descrive la natura di tutto ciò.

Il Buddhismo è un metodo. Non è basato su ciò che qualcuno ha detto o sulla fede; è basato sui fatti. Quando usiamo questi metodi, nel tentativo di raggiungere la verità, noi non usiamo solo il dharma, ma anche tutte le altre risorse, qualunque conoscenza possiamo ottenere da questo mondo, senza attaccarci a nessuna di esse."

26 febbraio 2008

nel proprio mondo...
























"Esistono tanti mondi quante sono le menti, poiché ogni mente vive nel proprio mondo".

Osho Hsin Hsin Ming: The Book of Nothing


19 febbraio 2008

Ascolta



















" I suoni non vengono ascoltati dalle orecchie – le orecchie non sono in grado di ascoltarli. Le orecchie hanno solo il compito di trasmettere, e in questo processo tagliano via ciò che non ti serve. Esse scelgono, selezionano, e solo dopo questo processo il suono penetra dentro di te. Ora, scopri dov’è il tuo centro interiore. Le orecchie non sono il centro; ascolti a partire da una parte più profonda. Le orecchie non fanno altro che mandarti i suoni che hanno selezionato. Tu, dove sei? Dov’è il tuo centro?"

Osho
Tratto da: The Book of Secrets

16 febbraio 2008

0100101110101101.org e le tattiche di comunicazione non convenzionale
























(clikka sull'immagine per ingrandire)

Questo cartello è realmente apparso sul muro di un edificio di Viterbo nel settembrebre del 2006.
Più che di uno scherzo si tratta di una voluta azione provocatoria del gruppo di 0100101110101101.org
Così vengono descritti da extrart: "Truffatori mediatici, myth-makers, estremisti e Internet-stars, info-dandies, gli 01.org si sono dedicati ossessivamente nell'ultimo decennio a quello che definiscono "azionismo mediatico", creando imprevedibili performance su grande scala al di fuori degli spazi tradizionali dell'arte."
Alla domanda se si definiscono hacker o artisti, rispondono: "Siamo artisti, ma come gli hacker impariamo le regole per poterle infrangere in modo appropriato."

Un'altra azione di questo gruppo è stata la creazione di una campagna promozionale per un film inesistente. Sempre da Extrart: "United we stand è un immaginario colossal hollywoodiano interpretato da Ewan McGregor e Penelope Cruz. Per questo lavoro è stato curato una sito nei minimi dettagli, sono state realizzate locandine e annunci pubblicitari, nonché affissioni in tutto il mondo in pieno stile Hollywood. Di conseguenza, tramite una serie di videocamere pronte a cogliere le reazione di un pubblico inconsapevole, è stata monitorata la risposta mediatica."

























"Nel 2004 gli 01.org hanno insatallato in una delle piazze storiche di Vienna, Karlsplatz, un gigantesco Nike Infobox che annunciava l'acquisto da parte del colosso multinazionale della stessa piazza che presto avrebbe cambiato il nome in Nike Platz. La città diventava così teatro di una performance iper-reale che aveva come scopo quello di produrre un'allucinazione tesa ad alterare la percezione collettiva della città stessa. La reazione di protesta dei cittadini viennesi e, l'azione legale subito decaduta da parte della Nike, non si sono fatte attendere a lungo. Nike Infobox a Karlsplatz si trovava di fronte allo storico Palazzo della "Secessione Viennese", costruito da Joseph Olbrich nel 1898. All'entrata dell'edificio è riportato a grandi lettere dorate il motto del gruppo: "Ad ogni tempo la sua arte. Ad ogni arte la sua libertà".




















Per info:
http://www.extrart.it/articolo.php?cod=3079
http://0100101110101101.org
http://www.flashartonline.it/OnWeb/0100101110101101_ORG.htm

14 febbraio 2008

08 febbraio 2008

Spulciando tra le news

Il 5 febbraio, alle 7 circa della sera, Maharishi Manesh Yogi, il Guru che ideò la Meditazione Trascendentale, ha lasciato questo mondo. Le sue ultime parole sono state: "Che il mondo viva a lungo in pace, felicità, prosperità e libero dalla sofferenza".



Il satellite spia americano impazzito "USA 193". Secondo i calcoli di Gene Renuart, generale dell'Aviazione degli Stati Uniti, dovrebbe cadere verso la fine del mese in nord America.

Stà per uscire l'ennesimo libro inchiesta sulla morte di Marilyn Monroe. Sulla base di svelati file segreti dell'FBI, l'attrice avrebbe svolto attività di spionaggio per conto dei compagni comunisti rifugiati in Messico.

L'olandese Geert Wilders stà preparando per i primi di Marzo, un film di critica sul libro del Corano che afferma essere d'istigazione per violenze, discriminazioni e terrorismo. Alla domanda se non pensa che con un film del genere si creerà ancor di più violenza e razzismo, lui risponde: «Non intendo istigare l'odio. Non ce l'ho coi musulmani, ma detesto il Corano. Se gli islamici assimilassero i nostri valori non esiterei a considerali miei simili. Ho un problema grande con le loro scritture e voglio essere libero di dirlo».

Un ragazzo ottimista e determinato, Mark Boyle, ha deciso di intraprendere un viaggio dall'Inghilterra all'India senza l'ausilio di mezzi propri ne di denaro. Lo scopo è quello di dimostrare che le persone sono buone, perchè per riuscire nell'impresa avrà bisogno di persone che lo aiuteranno per pura solidarietà.
Il blog di Mark Boyle: http://www.justfortheloveofit.org

07 febbraio 2008

Si comincia ad essere o si è senza saperlo?
























"Nessuna cosa esistente giunge all'essere nè perisce, perchè ciò che viene dall'essere deve avere la sua origine o a partire da ciò che esiste, o a partire da ciò che non esiste. E i due processi sono impossibili. Ciò che è, non diviene, poichè è già, e niente potrebbe venire da ciò che non è"
Aristotele

21 gennaio 2008

Aforisma: Gandhi


"Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo"
(M.K.Gandhi)

19 gennaio 2008

Crystal - New Order




We're like crystal, we break easy
I'm a poor man, if you leave me
I'm applauded, then forgotten
It was summer, now it's autumn

I don't know what to say, you don't care anyway
I'm a man in a rage (just tell me what I've got to do), with a girl I betrayed
Here comes love, it's like honey
You can't buy it with money, you're not alone anymore, (whenever you're here with me),
You shock me to the core, you shock me to the core

We're like crystal, it's not easy
With your love, you could feed me
Every man, and every woman
Needs someone, So keep it coming
Keep it coming, keep it coming, keep it coming
Keep it coming, keep it coming, keep it coming
Keep it coming

I don't know what to say, you don't care anyway
I'm a man in a rage (just tell me what I've got to do), with a girl I betrayed
Here comes love, it's like honey
You can't buy it with money, you're not alone anymore, (whenever you're here with me),
You shock me to the core, you shock me to the core

Keep it coming, keep it coming, keep it coming
Keep it coming, keep it coming, keep it coming
Keep it coming, keep it coming, keep it coming

16 gennaio 2008

Condizionamento

"Se non lasci cadere la tua personalità, non riuscirai a trovare la tua individualità. L'individualità è data dall'esistenza; la personalità è imposta dalla società, è un meccanismo sociale.


La società non può tollerare l'individualità, perché nessun individuo sarà mai succube come una pecora. L'individualità ha la qualità del leone, il leone si muove da solo. Le pecore vivono sempre nella folla, sperando che lo stare nella folla faccia sentire al calduccio. Stare in una folla fa sentire protetti, al sicuro. Se qualcuno attacca, in una folla è possibilissimo salvare se stessi. Ma da soli? Solo i leoni si muovono in solitudine.

Ognuno di voi è nato leone, ma la società continua a condizionarvi, a programmare la vostra mente in funzione dell'essere una pecora. Vi dà una personalità, una personalità rassicurante, gentile, manierata, obbediente. La società vuole schiavi, non persone saldamente devote alla libertà. E vuole schiavi perché tutti gli interessi istituzionali richiedono obbedienza.

Osho One Seed Makes the Whole Earth Green Chapter 4"

07 gennaio 2008

Morte improvvisa... c'è un'epidemia?

Caso di Marribiu, Oristano- 07 gennaio 2008:
Giallo per la morte di una ragazza di 17 anni Misteriose le cause del decesso, inchiesta della Procura È giallo a Marrubiu sulla morte di una ragazzina di 17 anni. Ieri mattina è stata trovata priva di sensi nel letto della sua stanza a casa dei nonni. Le cause del decesso per il momento sono ancora misteriose: la Procura della Repubblica di Oristano ha aperto un'inchiesta e oggi il medico legale dovrà eseguire l'autopsia.
Fonte: L'Unione Sarda

Caso di Roma - 01 gennaio 2008:
Muore a 15 per un malore. Una morte apparentemente inspiegabile la notte di fine anno a Roma, in una casa di via Valesio mentre si festeggiava l'ultimo giorno dell'anno tra amici. Un ragazzo di soli 15 anni ha avuto un malore a casa di amici dove si trovava per festeggiare fine anno. Ha avvertito un improvviso dolore alla spalla, difficoltà nella respirazione. Si è accasciato sul divano. Subito gli amici hanno chiamato il 118, ma per lui non c'è stato nulla da fare, è morto mentre veniva trasportato all'ospedale San Giovanni della capitale. Stando a quanto raccontato da chi gli era vicino non soffriva di particolari patologie, e non faceva uso di droghe o alcol.
fonte: BariMia

Caso di Brescia - 07 gennaio 2008
Improvvisa e inspiegabile morte sabato mattina intorno alle 11 di un ragazzo di soli 25 anni, che stava partecipando a una battuta di caccia al cinghiale sui colli della Valtrompia, a Sant’Eusebio di Zanano, insieme con il padre e alcuni amici.
La vittima è Andrea Bulgari, 25enne di Alfianello (Brescia), consulente agrario abitante con la famiglia in via Mazzini, un ragazzo sano che non aveva mai mostrato segni che destassero preoccupazione per la sua salute. Eppure il suo cuore ha ceduto all’improvviso.
fonte: QuiBrescia

Caso di Grosseto - 02 gennaio 2008
Disposta l'autopsia sul corpo di Piera Basile la bambina di 12 anni di Avezzano in provincia dell’Aquila, trovata morta nel suo letto dai genitori ieri mattina in un agriturismo nel territorio comunale di Montiano in provincia di Grosseto. I carabinieri della Compagnia di Orbetello non avrebbero riscontrato alcun segno di violenza e la piccola, secondo quanto riferito dai genitori, non avrebbe sofferto di alcuna patologia particolare. La causa del decesso, avvenuto durante la notte dopo una serata trascorsa insieme ai genitori in un ristorante della zona per il cenone di San Silvestro, quindi, potrebbe essere un malore.
fonte: Radionostalgia

Caso di Padova - 07 gennaio 2008
È stato colto da malore mentre era alla lavagna per una interrogazione Gianmichele D'Apice, il ragazzo di 17 anni morto stamane poco dopo il ricovero al pronto soccorso dell'ospedale di Padova per un caso di «morte improvvisa con arresto cardiocircolatorio». La notizia del decesso è stata comunica ai compagni dell'istituto Severi, a Mortise (Padova) che si sono raccolti in un minuto di silenzio in classe.
Il giovane, che viveva con la famiglia a Campodoro (Padova), si è accasciato improvvisamente a terra. Le sue condizioni sono apparse subito gravi ed è stata chiamata un'autoambulanza che dopo i primi soccorsi l'ha trasportato all'ospedale di Padova. Per stabilire le cause esatte della morte, anche se non si esclude un aneurisma, con ogni probabilità il magistrato di turno disporrà l'autopsia.
Fonte: Il Messaggero


Ma che stà succedendo?

06 gennaio 2008

Se gli U.F.O. attaccano la terra...

MEGLIO ESSERE PREPARATI, NO?
Se gli Ufo attaccano la Terra ...il Giappone è pronto a respingerli
Shigeru Ishiba, ministro della Difesa di Tokio, ha annunciato: "Non ci sono elementi per escludere che gli Ufo esistano e che alcune forme di vita li controllino. In ogni caso verificherò se l'esercito nipponico sia in grado di affrontare un attacco alieno"Tokio, 20 dicembre 2007 - Gli Ufo non solo esistono ma il Giappone ha allertato le proprie forze armate per rispondere a un possibile attacco. Lo ha annunciato il ministro della Difesa di Tokio, Shigeru Ishiba, secondo quanto riporta il 'Taipei Times':
"Non ci sono elementi per escludere che gli Ufo
esistano e che alcune forme di vita li controllino", ha dichiarato sottolineando che si tratta di sue convinzioni personali. In ogni caso "verificherò se l'esercito nipponico sia in grado di affrontare un attacco alieno".
Ishiba è il secondo membro del governo Fukuda a pubblicizzare la sua fede begli alieni. L'altro era stato martedì il capo di gabinetto del governo Nobutaka Machimura

Tratto da Quotidiano.net

05 gennaio 2008

Altro, non materia..


Uno dei più grandi fisici della nostra epoca, Henri Margenau, professore all'Università di Yale, scrive: "Alla fine del XIX secolo, si sosteneva che tutte le interazioni implicavano oggetti materiali. Oggi, in genere, ciò non viene più ritenuto vero. Si pensa che si tratti piuttosto dell'interazione di campi di energia, o di altre forze esistenti approssimativamente, non materiali."
E Heisenberg diceva: "Gli atomi non sono cose".
Per Bertrand Russel: "L'idea che esista una pallina, una piccola massa solida, che sarebbe l'elettrone, è un'intrusione illegittima del senso comune, derivata dalla nozione deltoccare" e aggiunge: "La materia è una comoda formula per descrivere ciò che accade là, dove di fatto, la materia non è presente, cioè là dove non c'è niente".
D'altronde, Sir James Jeans, nelle sue Rede's Lectures, arriva a dire che "l'universo comincia ad assomigliare più ad un grande pensiero che ad una grande macchina"

Tratto da: "il monaco e il filosofo" di J.F.Revel e M. Ricard

A_zom Rinpoche in Italia
























A_zom Gyalse Pema Wangyal Rinpoche, sarà per la quarta volta in Italia dal 18 al 21 Gennaio 2008.
A_zom Rinpoche e' un Maestro della tradizione antica (Nyingma) del Buddhismo tibetano, detentore di quelle "Istruzioni orali sulla natura della mente" (Sem-Tri) proprie della tradizione Dzogchen, che si credevano irrimediabilmente perdute con la diaspora dei Tibetani e la morte della prima generazione di Maestri esuli.
A_zom Rinpoche, un autentico fanciullo prodigio, da giovanissimo è stato riconosciuto come un'emanazione del grande Tertön del 18° secolo, Jigme Lingpa, e istruito nelle profonde pratiche Vajrayana e Dzogchen da alcuni fra i più grandi Lama residenti in Tibet; ha intrapreso il suo primo ritiro di meditazione a 11 anni e ha iniziato a insegnare nel 1984, a 13 anni. Oggi, a soli 36 anni, è un grandissimo leader spirituale responsabile di decine di migliaia di studenti in Tibet.

La prima parte del suo corso (da Venerdì a Domenica pomeriggio) è aperta a tutti, anche a chi non abbia nessuna esperienza precedente di meditazione.

È un’occasione di quelle rare e preziose: un vero augurio e una vera benedizione, in occasione di questo Nuovo Anno che sta per cominciare…

“Quando lo studente è pronto, il Maestro appare”…
Una specie di piccolo grande miracolo…

Durante il ritiro, sarà possibile di ricevere da Adzom Rinpoche le rare e preziose "istruzioni orali sulla natura della mente" (Sem-Tri), una sequenza di insegnamenti - calibrati individualmente e trasmessi a una persona per volta - che parte "da zero" e prosegue fino all'illuminazione.
Le istruzioni orali individuali sono riservate a quegli studenti che abbiano completato le pratiche di meditazione fondamentali (Ngöndro), la cui spiegazione verrà data durante il corso.
Per tutti gli insegnamenti (incluso il Sem-Tri individuale) sarà disponibile sia la traduzione in italiano che quella in inglese.
Il ritiro si svolge a Pesaro, località centrale e facilmente raggiungibile da tutta Italia, presso l'Oasi San Nicola. Per maggiori info vedi i seguenti link (da cui sono tratti i testi qui riportati):

Questioni di spirito

www.realizzazione.it

Segue un video tratto dalla visita dell'anno scorso sempre presso il centro di Pesaro.


04 gennaio 2008

Impermanenza... tutto si trasforma
























"Nessun oggetto è permanente, e l'impermanenza sottile delle cose è tale che ad ogni istante l'oggetto cambia. Poichè la coscienza è attivata dall'oggetto, ci sono tanti istanti di coscienza quanti stati dell'oggetto impermanente. Questa nozionedi impermanenza istantaneadei fenomeni e del pensieroporta molto lontano, perchè mostra che se esistesse, nel moindo fenomenico anche una sola entità fissa, permanente e intrinsecamente esistente, la coscienza resterebbe come incollata a quest'oggetto, e si prolungherebbe indefinitamente. Alla fine tutte le coscienze del mondo si ritroverebbero in qualche modo intrappolate da quest'oggetto, dal quale non potrebbero staccarsi. La presenza di questa impermanenza sottile porta il buddhismo a paragonare il mondo fenomenico a un sogno o a un'illusione, a un flusso che cambia continuamente e che non può essere arrestato. Anche le cose che ci sembrano stabili, per esempio una tavola, mutanodi continuo. Così pure il flusso del pensiero è composto di istanti infinitesimali, che vengono attivati da ogniuno di questi mutamenti infinitesimali del mondo esteriore. Solo la sintesi di questi istanti dà l'impressione di una realtà rozza"
di Matthieu Ricard tratto da "Il monaco e il filosofo" di Jean Francois Revel e Matthieu Ricard